Vai al contenuto

Tra veleni e spie, stanotte in campo c’è Crespo e il cuore del Defensa

Stanotte in palio la storia. Chi andrà in finale tra Defe e Coquimbo?

Altro appuntamento di gran futbol stanotte nella semifinale di ritorno della copa Sudamericana tra Defensa y Justicia e Coquimbo Unido. Si riparte dal deludente 0-0 dell’andata, ma si riparte soprattutto dai veleni che contraddistinsero quei giorni frenetici che portarono allo svolgimento dell’andata in campo neutro, ad Asuncion.

Che tra argentini e cileni non scorra troppo buon sangue è un fatto largamente risaputo. E naturalmente quando c’è di mezzo il futbol la situazione non può far altro che degenerare. Se una settimana fa ci si districava tra azioni diplomatiche, chiusure aeroporti, giocatori positivi/negavitizzati e richieste di vittoria a tavolino, ora la controversia del momento presente riguarderebbe nientemeno che lo spionaggio calcistico.

Nello stadio dell’Estudiantes de Caseros, dove il Coquimbo si allena, è successo ieri un fatto curioso che subito è balzato alle cronache dei media locali. Un uomo avrebbe filmato l’allenamento preparatorio dei cileni con una telecamera, in una cabina dello stadio, prima della sfida contro il Defensa. Questa la denuncia del ds Coquimbo Pablo Morales: “C’era un uomo, già presente con la delegazione dell’Halcon in Cile e Paraguay che ha registrato con una telecamera la nostra pratica atletica in una cabina dello stadio. E’ stata informata immediatamente la Conmebol e ci auguriamo che possa essere emessa una relazione disciplinare al riguardo. Era lì il delegato alla sicurezza e ha tenuto conto dei precedenti. Ci dispiace molto di questi fatti”.

La verità, a prescindere alla veridicità o meno dell’accusa è che il clima per questa partita ha raggiunto picchi altissimi. È abbastanza normale il verificarsi di questi episodi, considerando la posta in gioco, una semifinale, e il luogo, il Sudamerica, da sempre alle prese con continue situazioni extra calcistiche.

Parlando della partita, quella di questa notte risulterà storica un una delle due squadre. Mai prima d’ora nella historia dei due equipos ci si era spinti tanto in là nelle competizioni continentali. È record assoluto per entrambe le compagini. Il Defensa è favorito al passaggio turno sia per la qualita superiore nell’organico, che per il fattore ‘casa’. È probabile che nonostante le porte chiuse, tifosi arrivino al di fuori dello stadio ‘alientando’ l’equipo.

Per Crespo sarebbe la prima grande occasione da allenatore (tra l’altro si vocifera un suo possibile approdo alla panchina Independiente). Hernán tira dritto, pensando solo ed esclusivamente alla partita: “Siamo questi e rimaniamo questi, daremo il tutto per tutto di ciò che abbiamo nella partita di stasera.”

Immagine

Per il Valdanito sarebbe magico approdare in una finale di Copa Sudamericana ospitata in Argentina (Cordoba), contro una squadra argentina (Lanus).

Appuntamento quindi a stanotte, ore 00:30 con la diretta DAZN per tifare tutti Hernán e halcones.

Vamos Defe que enamora, vamos a la final!


calcioargentino.it

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è cropped-cropped-filigrana-1-1.png
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: