El futbol de Sabrina

Un popolo senza calcio ma con memoria.

“Né di sinistra né di destra. Siamo quelli di giù che vanno contro quelli di su”, recita un cartello. Non è una guerra, perché mai lo è quando si lotta per la pace. Soltanto è la voce di chi ha detto ‘basta’, di chi ha nostalgia di quel pensiero troppo lontano da diventare un’utopia: tornare […]

Il Cuore dei vinti

I vincitori vincono tutti allo stesso modo, ogni sconfitto invece ha il suo modo di sentire il dolore. Gli aneddoti dei vincitori finiscono sempre per diventare equivalenti: tutti dimenticano ciò che c’era prima, e raggiungono il medesimo picco di felicità. All’unisono. Gli sconfitti, invece, hanno una storia diversa: ognuno stava facendo qualcosa prima di perdere […]

I due minuti che hanno sconfitto il migliore

La più bella immagine di River Plate-Flamengo è la gigantografia del dolore e dell’orgoglio della squadra di Marcelo Gallardo, che non sfila la medaglia di seconda dal collo, si schiera davanti ai rivali brasiliani, e gli applaude mentre alzano al cielo la Copa Libertadores 2019, trentotto anni dopo Zico. Dopo la loro ultima volta.Nessuna squadra […]

Scusate se sono il più bravo

Quante cose si possono fare in sette secondi? Tante, molte. Come scendere dall’Olimpo, atterrare al Wanda Metropolitano e rompere l’inerzia di uno 0-0 tra i comuni mortali di Barcelona e Atlético Madrid. Sette secondi e sette tocchi sono bastati a Lionel Messi per siglare un altro capolavoro dei suoi, con firma d’autore e accompagnamento musicale […]

Il potere di Román

Ognuno misura il tempo a modo suo. A Buenos Aires, ad esempio, esiste un “prima” e “dopo” Román. Nel mentre non c’è nulla se non l’attesa di rivederlo. Dal 2015, anno del ritiro fuori casa con la maglia dell’Argentinos Juniors, El Mudo è rimasto fedele al suo soprannome: ha taciuto ed è stato a guardare […]

Tra ilusión e saudade

Il calcio è un momento. Un gol allo scadere, un salvataggio sulla linea, un rigore sulla traversa, un tiro angolato da centrocampo, una parata in due tempi. Una collezione di situazioni che entrano a far parte del caleidoscopio della memoria di ciascuno tifoso, situazioni che finiscono sui giornali, che durano solo ventiquattro ore. Il calcio […]

Capitán presente

Esce dalla porta principale, come chi non ha nulla da nascondere. Non è accompagnato, perché non ha bisogno di scudi. Di lunedì mattina, quando la vita ha difficoltà a ricominciare. Con vestiti suoi e nessuno stemma, perché Daniele De Rossi è di tutti: è patrimonio del calcio, che vuol dire umanità. Il Tano ha lasciato […]

Breve storia di un sognatore

Chi è Daniel Osvaldo? L’ha detto lui, un tempo fa: “Un sognatore”. Disordinato, come la sua canzone, come la sua carriera. Non ha mai saputo dove stesse andando né dove avesse intenzione di arrivare, al punto che non si è mai reso conto di quanto e quali talenti avesse, prima di accettare che la realtà […]

El Kün – Il gol che segnerai

Avrebbe dovuto chiamarsi Lionel, e sarebbe stata davvero ironia della sorte. Tuttavia, la giurisdizione di Buenos Aires non permetteva un’ortografia differente da Leonel, e per questo fu chiamato Sergio. Sergio Leonel Agüero. Nato in un sobborgo poverissimo della capitale argentina e col rischio di non vedere mai la luce. Sua madre quasi perse la vita […]

Un’ora e sette minuti

Un’ora e sette minuti, 488 km. Questo separa la città francese di Nantes dall’inglese Cardiff. Cosa può succedere nel frattempo? Qualunque cosa. La peggiore è accaduta il 21 gennaio del 2019 a bordo del Piper PA-46 Malibu del 1984. Ci era salito Emiliano Sala, dopo aver scritto su Instagram (e quanto sa essere bastarda anche […]

Per tutta la Gloria del mondo

‘Non è finita finché non è finita Racing Club-Independiente de Avellaneda.’ Mentre la Superliga volge al suo epilogo con un nuovo duello tra River Plate e Boca Juniors per la vittoria del campionato, la diciannovesima di ventitré giornate è arrivata. C’è ancora chi si divide tra il sogno di centrare la Copa Libertadores e la […]

Io non ho paura

“Eravamo in USA per la Copa América e Pastore e il Pocho Lavezzi vennero da me. Avevano giocato con Ibrahimovic al PSG ed erano amici.‘Stai attento perché se ti fai vedere debole e stai zitto, ti mangia’. Ricordo, allora, una partita di Europa League, era il 2016-17 e fummo campioni. Stavamo giocando in casa contro […]

L’atto terzo

Diego Armando Maradona non vincerà la Superliga argentina alla guida del Gimnasia, ma resta lo spartiacque della stagione sportiva. Seduto in trono può essere l’arbitro o meglio l’ago che penderà a favore del River Plate o del Boca Juniors. Resta una giornata di campionato da disputare e i Millonarios hanno un solo punto di vantaggio […]

Una cara sucia

Il dolore non sceglie e non si sceglie. Non risponde alla domanda: “Perché a me?”. Piuttosto corrisponde all’interrogativo: “E perché no?”. Di nuovo, di nuovo a me. Non c’è una quantità limitata di prove da affrontare, non esiste una ricompensa finale. Esiste la vita, che non si spiega e resta avvolta nel mistero. É tutto […]

Non ci eravamo tanto amati

Ci eravamo tanto amati e adesso niente più? Mauro Icardi, che sognava di scrivere il nuovo corso della storia dell’Inter, ha finito per riempire 124 pagine di gol in un libro da 219 volte totali e andare via. In silenzio, dove silenzio non è dolore o pentimento, ma indifferenza e una dose di rancore ormai […]

Il tempo di ogni possibilità

Trent’anni fa per qualcuno la notte più bella della vita. Pensa a Sergio Goycochea. Per qualcun altro, la peggiore di sempre. Pensa ad Aldo Serena, per esempio.E per Napoli invece? Era il 3 luglio del 1990, quando la Nazionale italiana ritenuta da molti la più forte di sempre, lasciava l’Olimpico e si trasferiva allo Stadio […]

Il successo felice

“Sono uno specialista dei fallimenti e so perfettamente che si perde il consenso quando finisce il successo. Ma c’è gente di successo che non è felice e gente felice che non ha bisogno del successo. Il successo è un’eccezione, non un continuo”. Si è iscritto da solo Marcelo Bielsa nella sezione principale del capitolo dei […]

Quella volta che è stato umano

Trentacinque anni sono trascorsi il 3 novembre del 2020 da quel pomeriggio di Napoli-Juventus. La punizione che Tacconi sapeva di poter parare perché tra il piede di Maradona e la barriera bianconera non c’erano i metri sufficienti affinché El Pibe de Oro calciasse direttamente in porta e trovasse il gol. Ma questa considerazione è per […]

Sabrina Uccello

Sports journalist for calcionapoli1926.it, correspondent for Claro Sports – marcaclaro.com. Corazón en América Latina.

Confia. Y recuerda siempre que la vida recominza todos los días.’


Ti è piaciuta la pagina di Sabrina?

Annunci